27/11/2013

CAMPAGNA DI VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE

Con l'autunno - periodo ottimale considerata la situazione climatica e l'andamento temporale dalle epidemie influenzali in Italia - ha preso avvio la campagna di vaccinazione antinfluenzale 2013-2014, il cui obiettivo primario è la prevenzione delle forme gravi e complicate di influenza e la riduzione della mortalità prematura in gruppi ad aumentato rischio di malattia grave, specificati nella Circolare Ministero della salute e nella nota n. 25853 del 13 settembre "Raccomandazioni per la stagione 2013-2014 e le Indicazioni in merito alla realizzazione della campagna antinfluenzale 2013-2014 in Regione Lombardia", dove sono contenute le indicazioni operative per le ASL.

L'influenza costituisce un importante problema di Sanità Pubblica a causa del numero di casi che si verificano in ogni stagione e che può essere più o meno elevato a seconda della trasmissibilità del virus influenzale circolante.
L'OMS indica, quale obiettivo primario della vaccinazione antinfluenzale, la prevenzione delle forme gravi e complicate di influenza e la riduzione della mortalità prematura in gruppi ad aumentato rischio di malattia grave. Sulla base di tali indicazioni le persone alle quali viene raccomandata ed offerta gratuitamente la vaccinazione sono, oltre agli over 65 e il personale sanitario, i bambini di età superiore ai 6 mesi, ragazzi ed adulti - affetti da patologie che aumentano il rischio di complicanze da influenza. Inoltre va ricordato che nelle categorie per le quali la vaccinazione è consigliata e gratuita rientrano i bambini e gli adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, le donne che all'inizio della stagione epidemica si trovino nel secondo e terzo trimestre di gravidanza, le persone residenti presso strutture socio-sanitarie, per anziani o disabili, il personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali (suini e volatili) che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani: addetti alle attività di allevamento e al trasporto di animali vivi, macellatori e vaccinatori, veterinari pubblici e libero-professionisti. La vaccinazione è gratuita anche per le forze di polizia e i vigili del fuoco, considerato il ruolo essenziale svolto nell'ambito della sicurezza ed emergenza.

Dato che la trasmissione del virus dell'influenza si può verificare per via aerea attraverso le gocce di saliva di chi tossisce o starnutisce, ma anche attraverso il contatto con mani contaminate dalle secrezioni respiratorie, va ribadita l'importanza di adottare le misure di protezione personali (buona igiene delle mani e delle secrezioni respiratorie) che hanno un ruolo rilevante nel limitare la diffusione dell'influenza secondo gli studi scientifici più attuali.

 

 

Prenotazione
Il medico
risponde
Contatti